Affori, torre di guardia XIV secolo in via Osculati

Il fascino di Affori immortalato e condiviso su YouTube

Tullio Quaianni, autore del video Affori e i suoi tesori

Tullio Quaianni, autore del video Affori e i suoi tesori

Su YouTube abbiamo scovato questo video reportage amatoriale realizzato da Tullio Quaianni nell’Agosto 2016.
Si tratta di una sequenza di belle immagini da lui scattate che ritraggono gli angoli più intimi di Affori e gli splendidi interni della Parrocchiale di Santa Giustina.
Tullio Quaianni ci invita a ripercorrere le antiche strade di Affori soffermandosi su molti dettagli veramente unici immortalati coi suoi scatti che non potevano certo sfuggire al suo attento sguardo di fotografo.
Via Osculati con l’antica torre medievale, le antiche corti di via Cialdini e via Moneta; Santa Giustina, cuore di Affori, col suo svettante campanile, le volte affrescate e i preziosi arredi degli interni, nonchè i basso-rilievi del Monumento ai Caduti….

Così scrive e commenta la “Passeggiata attraverso le strade e i tesori della Affori più antica”:

Affori fu un contado a sè sino al 1923.
In evidenza una torre del XIV secolo, una copia della “Vergine delle rocce” di Leonardo (presente nel museo di Londra) di attribuzione a uno dei discepoli del maestro.
Lo sapevate che in Via Osculati c’è una bellissima torre di guardia del XIV secolo che faceva parte dell’antica pieve di Santa Giustina?
Lo sapevate che all’interno della nuova Parrocchiale di Santa Giustina in Viale Affori è nascosta una quasi-copia della “Vergine delle Rocce” di Leonardo sulla quale a lungo i critici si sono sbizzarriti per la sua attribuzione?
Prima allo stesso Leonardo, poi a Marco d’Oggiono, quindi a Bernardino Luini. l’ultima ipotesi la attribuirebbe a Ambrogio de Pedris.
Lo sapevate che l’Organo di Santa Giustina, un prezioso Amati, era anticamente collocato all’interno del Duomo di Pavia?
Vi invito ad ammirare il portale della parrocchiale di Santa Giustina e il monumento ai Caduti nella piazza antistante, pregevoli opere di Artisti moderni.
Affori fu per secoli un antico ducato compreso tra la pieve di Bruzzano e quella di Bollate.
La sua autonomia da Milano cessò definitivamente, come per tanti altri comuni della cintura milanese, nel 1923.

One thought on “Affori da scoprire, un video reportage by Tullio Quaianni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *