metropolitana linea 3 Milano

Sette anni fa veniva inaugurato il prolungamento della Metro 3 gialla da Maciachini a Comasina: quattro nuove fermate e una moderna stazione ferroviaria ad Affori

M3 metro gialla logo
Nove anni di cantieri, 2 anni di ritardi e persino l’innondazione del Seveso nel 2010
Oggi i benefici indiscutibili di così importanti infrastrutture valgono i sacrifici e le attese di cantieri lunghi e complessi

Schema stazioni metro M3 gialla

Con gli ultimi 4 chilometri di galleria aperti nel 2011 con la metro 3 gialla si attraversa in sotterranea tutta Milano: da Comasina a San Donato, 17 chilometri, 21 stazioni da nord a sud-est in soli 40 minuti

Cerimonia-inaugurazione-Affori-fn-26-Marzo-2011-foto-Giovanni-Molteni-Duegi-Editrice

La cerimonia di inaugurazione Affori Fn il 26-Marzo 2011 (foto Giovanni Molteni Duegi Editrice)

Era il 26 marzo 2011, un sabato mattina, quando le Autorità Comunali e Regionali arrivano con un treno da Cadorna e sbarcano ad Affori per celebrare in pompa magna l’inaugurazione della nuova stazione ferroviaria e le ultime quattro nuove fermate della metropolitana gialla da piazzale Maciachini a Comasina. Un’opera fondamentale del trasporto pubblico milanese.

Ad accoglierli e a rovinare la festa un gran frastuono di urla e proteste dei residenti (e non solo) infuriati per la mancata realizzazione dei parcheggi di corrispondenza per i pendolari che avrebbero di consequenza invaso le strade dei quartieri nord di Milano pur di parcheggiare vicino alla metropolitana.

Toccherà alla successiva Giunta comunale porre rimedio al problema grazie alle pressioni e l’impegno del CdZ9: tre anni dopo verrà realizzato un parcheggio per circa 350 posti auto al capolinea di Comasina inaugurato il 18 Ottobre 2014
(vedi articolo de Il Giorno
).

Affori subisce ancora oggi, tutti i giorni, l’invasione delle centinaia di auto dei pendolari parcheggiate ovunque lungo le strade dei quartieri della zona 9 !!!

M3-Comasina-metro-linea-3-foto-Wikipedia

La banchina della stazione Comasina, capolinea nord della M3 (foto Wikipedia.org)

Dopo nove anni di cantieri e disagi finalmente la M3 apre: notevoli i benefici all’intera zona

Con l’apertura di questo ultimo tratto di 3,7 chilometri di gallerie, la linea gialla della metropolitana attraversa tutta la città per circa 17 km collegando la periferia nord a quella sud-est fino a San Donato in meno di 40 minuti. Le quattro nuove ed ultime fermate (Dergano, Affori Centro, Affori Fn e Comasina) portano così il numero complessivo di stazioni da 17 a 21.

Metro 3 Milano Affori FN tornelli accesso

Il completamento di questa fondamentale opera di trasporto pubblico trascinatosi per ben nove lunghi anni di lavori di scavo, cantieri e polvere, ha certamente portato enormi vantaggi e ovvi benefici sia per la nostra Zona che per tutto il nord Milano e hinterland: dal miglioramento della mobilità alla riduzione del traffico veicolare ridimensionato, dalla riqualificazione dell’asse stradale Imbonati – Pellegrino Rossi – Astesani alla rivalutazione immobiliare di case e negozi, una pista ciclabile di quasi 5 km, alcune piazze pedonali in corrispondenza delle scale di accesso alle stazioni della metropolitana…

Due anni di ritardi e l’alluvione del Seveso…

M3 Zara allagata da esondazione del Seveso 18 Settembre 2010. (foto Corriere.it)

Le banchine della stazione Zara M3 allagate dall’esondazione del Seveso il 18 Settembre 2010. (foto Corriere.it)

Tra il 2006 ed il 2008 i lavori subirono pesanti interruzioni: cantieri praticamente fermi a causa del fallimento dell’impresa appaltatrice (la Torno SpA) a cui si aggiunse anche l’immancabile ricorso al TAR che ne allungò ulteriormente la prosecuzione.

Quasi una maledizione a posticipare ancora una volta il completamento di questa tratta della M3 fu il drammatico e impressionante straripamento del fiume Seveso nel settembre 2010: le stazioni di Zara e Sondrio furono allagate dalle torbide e fangose acque che crearono enormi danni alle infrastrutture.

Per porvi velocemente rimedio l’Amministrazione comunale fu costretta a “saccheggiare” e recuperare materiali di arredi e impianti prelevandoli dalle stazioni ormai quasi pronte della nuova tratta Maciachini – Comasina per poter così riaprire all’esercizio nel minor tempo possibile le stazioni danneggiate dall’acqua. Ciò causò l’ennesimo posticipo di apertura.

Un opera ingegneristica di notevole complessità: caratteristiche e curiosità

Un investimento di circa 352 milioni di euro, finanziati per il 60% dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e per il 40% dal Comune di Milano.

I primi finanziamenti governativi risalgono al 1996, ma soltanto nel 2002 si avviano i primi scavi di costruzione di gallerie e stazioni: nel 2002 per la prima sezione da Maciachini a Dergano, nel 2005 fino ad Affori FN e dal 2007 il tratto verso Comasina. Il completamento delle strutture con armamento, finiture e impianti nel dicembre 2010.

Sei nuovi treni Meneghino furono acquistati per supportare l’aumento di passeggeri.

Strategico l’interscambio con i treni regionali e pendolari delle ferrovie nord (linee S2 – S4 del Passante ferroviario) ad Affori FN e successivamente con la metro M5 lilla a Zara nel Febbraio 2013.

Scavi M3 e fondazioni stazione Affori FN (foto Sottomilano)

Scavi M3 e fondazioni stazione Affori FN (foto Sottomilano)

La galleria di questa tratta della Metro 3 da Maciachini ad Affori FN è stata scavata interamente a foro cieco con l’utilizzo di una “talpa” per un totale di circa 2,7 km.

Il restante tracciato, da Vincenzo da Seregno fino al capolinea di  Comasina, fu invece scavato a cielo aperto.

La larghezza delle gallerie a foro cieco è di circa 8,90 metri, con un allargamento a 13 metri in corrispondenza delle stazioni.

Anche le profondità dei piani binari (banchine) sono diverse a seconda della tratta: a Dergano: 16,50 metri di profondità;

Affori Centro: ben 17 metri;

ad Affori FN la galleria risale a 9,60 metri per agevolare l’interscambio con la stazione ferroviaria ove una piazza ribassata mette in comunicazione i due accessi ai treni delle nord e ai treni della M3 gialla.

A Comasina il tracciato scende nuovamente a 12,40 metri di profondità.

(Reportage dai cantieri tra 2005 e 2007 sul sito www.sottomilano.it)

Un astronave d’acciaio atterra ad Affori Fn per accogliere treni e passeggeri…

Così appare la nuova stazione ferroviaria di Affori Fn delle Nord. Si trova a 300 metri a monte rispetto alla vecchia stazioncina ottocentesca che, una volta dismessa, rimase per diversi anni abbandonata a se stessa e in balia dei vandali.

Solo nel 2016 la vecchia e gloriosa stazione di Via Taccioli verrà ristrutturata e assegnata ai City Angels come loro nuova sede.

La nuova stazione delle ferrovie nord ad Affori Fn\

 La nuova stazione ha tre binari protetti da una copertura metallica asimmetrica ad arco, ampie banchine lunghe 250 metri. L’ investimento per la costruzione di questa innovativa struttura ferroviaria è stato di 29 milioni di euro; contemporaneamente due passaggi a livello sono stati eliminati sia per ragioni viabilistiche sia per motivi di sicurezza stradale e sostituiti da un sottopasso stradale. Una passerella pedonale  dotata di ascensori permette di scavalcare il fascio di binari tra le Vie Ippocrate e Taccioli.

metropolitana linea 3 gialla tracciato mappa Milano

Cronologia delle inaugurazioni di tratte e stazioni della linea gialla M3 (dal sito di Metropolitana Milanese):

  • 3 maggio 1990: apertura del primo tratto con 5 stazioni: Centrale (M2 e Ferrovie dello Stato), Repubblica (interscambio Passante ferroviario), Turati, Montenapoleone, Duomo (M1)
  • 16 dicembre 1990: 3 nuove fermate verso sud: Missori, Crocetta, Porta Romana
  • 12 maggio 1991: altre 7 fermate Sondrio, Lodi TIBB (Passante S9), Brenta, Corvetto, Porto di Mare, Rogoredo FS, San Donato
  • 16 dicembre 1995: una stazione Zara M5
  • 8 dicembre 2003: una fermata Maciachini
  • 26 marzo 2011: ultimo prolungamento con 4 fermate Dergano, Affori centro, Affori FN (Ferrovie Nord e Passante S2-S4), Comasina

 

Approfondimenti sui siti specializzati… 

Ferrovie.it logo
interessante e dettagliato reportage di Francesco Bresciani – 29 marzo 2011 sul sito specialistico Ferrovie.it

 

Duegi editrice logo
Altro interessante articolo di Giovanni Molteni con molti dettagli tecnici sul sito specialistico Duegi Editore di Tutto Treno

Inaugurazione del 26 Marzo 2011 ad Affori FN:

Ad Affori, sul marciapiede del binario 1 della nuova stazione, alle 11.15 è avvenuto il primo taglio di nastro della giornata. Le autorità sono giunte su treno pendolare a due piani da Cadorna. Nel sottopasso pedonale della stazione, dove era allestito un palco da cui le autorità hanno tenuto i discorsi di rito, accompagnati da un rumoroso sottofondo di proteste dei residenti e gruppi politici di opposizione per la mancata realizzazione dei parcheggi di corrispondenza. Alla fine dei discorsi, nell’attiguo mezzanino della fermata Affori Nord della metropolitana, dove verso le 12 è avvenuto il secondo taglio di nastro. Raggiunto il piano banchine, alle 12.10 partenza per Dergano a bordo del treno Meneghino in testa velettato a festa. «A distanza di un solo mese dall’attivazione del prolungamento della linea metropolitana 2 ad Assago – ha detto il Sindaco di Milano, Letizia Moratti, all’inaugurazione – oggi raggiungiamo un altro traguardo straordinario per il trasporto pubblico cittadino: quattro nuove fermate della linea 3 che consentiranno ai milanesi provenienti da nord di lasciare a casa l’automobile e di entrare in cittá con un mezzo sicuro, veloce e pulito».

Il video dell’inaugurazione su YouTube… 

tra proteste faziose viene presentato e aperto al pubblico l’ultimo tratto di quattro chilometri della metro gialla M3 con le sue quattro stazioni e la nuova stazione ferroviaria Trenord di Affori FN (26 Marzo 2011)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.