Menu Chiudi

Affori e le devastazioni dei bombardamenti

Affori bombardata nel 1944 danneggiate le antiche corti foto Luigi Ripamonti

Affori e le devastazioni dei bombardamenti del 1943 – 1944

Le drammatiche testimonianze fotografiche di una Affori ferita dalle bombe ci viene ricordata da Luigi Ripamonti che visse quei terribili momenti

Una raccolta di immagini realizzate dallo Studio fotografico Augusto Dotti ed Enrico Bernini (fondato nel gennaio 1900 con sede a Milano in via Carlo Farini 35).

Archivio digitale della Regione Lombardia  (www.lombardiabeniculturali.it)

Civico Archivio Fotografico di Milano  del Comune di Milano (fotografieincomune.comune.milano.it)

AFFORI 10 SETTEMBRE 1944 ore 22.36

Luigi Ripamonti:  “Il tempo si è fermato per 45 nostri concittadini colpiti da una morte piombata improvvisa dal cielo su Affori. Morti, feriti, distruzione e dolore. A ricordo di quella sera nell’ Archivio Parrocchiale conserviamo una pergamena con i loro nomi ed uno spezzone incendiario ritrovato fra le macerie della parrocchiale. Un affettuoso ricordo”.

Luigi Ripamonti, storico Afforese

La Curt dei Restej che dava sulla via Zanoli al 10, così come l’asilo di Via Molteni e tutto l’isolato del centro storico di Affori alle spalle della chiesa furono devastati dalle bombe che ridussero in macerie molte abitazioni civili. La Parrocchiale di Santa Giustina subì notevoli danneggiamenti all’abside e al tetto con crollò all’interno.

Anche altri edifici in Via Astesani 33 vennero distrutti o gravemente danneggiati.

Gli obiettivi che si volevano colpire durante i bombardamenti del 10 Settembre 1944 erano le fabbriche del nord Milano tra la Bovisa, Dergano e Affori, come la Oerlikon, una grande industria che produceva materiale bellico situata in Via Armellini e di cui ancora oggi se ne possono vedere i capannoni dismessi e fatiscenti alle spalle del supermercato Esselunga di Via Astesani.

Per un equivoco inaudito venne individuato e colpito dalle bombe anche un altro potenziale obiettivo ad Affori che produsse enormi danni e distruzioni sia alla Parrocchiale di Santa Giustina che agli edifici civili e alle abitazioni residenziali, tra cui l’asilo di Via Molteni e la Cascina di Via Zanoli completamente rasi al suolo.

La Cucirini Tre Stelle, una rinomata azienda tessile afforese; nei suoi capannoni costruiti tra il 1931 e il 1933 tra le Vie Novaro, Faccio e Astesani si producevano le “spolette“.

Non quelle per le bombe a mano, usate nel campo delle armi dove è il congegno destinato ad attivare l’accensione della carica interna esplosiva, ma si trattava di spolette per cucire e filare di cui l’azienda Cucirini Tre Stelle già in quegli anni copriva il 50% del mercato italiano nel settore dei prodotti per merceria destinati al consumo domestico.

Posted in Storia e Cultura

Altri articoli suggeriti su MilanoAffori.it

5 Comments

    • Ermes Cordaro Milano Affori

      Gentilissimo sig. Orazio Carta,
      La ringrazio con sincero apprezzamento. Attendo di ricevere le Sue preziose testimonianze. Se è d’accordo, si potrebbero pubblicare nella pagina in calce alle foto del Signor Ripamonti….

      Ermes

      • Orazio Carta

        Sono d’accordo alla pubblicazione delle mie testimonianze.Chissa se di quella notte qualche altra persona puo’ testimoniare la stessa mia esperienza.

    • Ermes Cordaro Milano Affori

      Carissimo Orazio Carta,
      GRAZIE per la Sua testimonianza di quei terribili momenti.
      Le sofferenze e le distruzioni della Guerra hanno lasciato profonde cicatrici nei ricordi delle persone che l’hanno vissuta.
      E’ un onore raccogliere sul mio sito le sue poche ma profondamente significative parole.
      Mi farebbe molto piacere aggiungere nella pagina qualche suo ulteriore ricordo, qualora Le facesse piacere.
      Una reale testimonianza, soprattutto per non dimenticare.
      Grazie ancora di cuore, chissà che potremo anche incontrarci presto.

      Ermes Cordaro, https://www.MilanoAffori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.