Menu Chiudi

Code e traffico intasano le strade di Affori, le soluzioni suggerite dai residenti

Lunghe code intasano via Pellegrino Rossi e Via Astesani ad Affori (foto Caterina Stranieri)

La viabilità ad Affori e nei quartieri confinanti della zona nove è un problema reale, certamente di non facile soluzione. E’ sempre esistito e nemmeno l’arrivo della metropolitana nel 2011 ha ridotto il flusso di veicoli che attraversano e percorrono le nostre strade. Da alcuni anni le Amministrazioni municipali e comunali stanno adottando alcune misure viabilistiche importanti per cercare di ridurre le code e fluidificare il traffico veicolare.

Prendiamo spunto da un post comparso sul gruppo facebook “non sei di affori se…” comparso il 2 Maggio 2018 che ha raccolto ben 403 commenti su un problema molto sentito non solo dai residenti che abitano ad Affori, ma anche da coloro che per qualsiasi esigenza si trovano a dover percorrere in auto, in moto, in bici o a piedi il lungo asse stradale che sale da Piazzale Maciachini e attraversa il nostro quartiere.

Le code interminabili lungo Via Pellegrino Rossi tra Dergano e Affori

Proviamo ad analizzare la situazione, non da esperti urbanisti, ma da semplici cittadini che abitano e vivono quotidianamente la situazione viabilistica dei quartieri della nostra zona prendendo in considerazione alcune delle cause oggettive.

La mancata pianificazione urbanistica tra le cause del traffico nei quartieri di Affori e Dergano

Negli anni del Dopoguerra prima e del boom economico poi, i territori dei nostri quartieri hanno visto un notevole incremento edilizio e abitativo. Quelli che una volta erano borghi agricoli piuttosto isolati tra loro si sono progressivamente espansi fino a fondersi in un tessuto urbano uniforme, continuo e densamente abitato. La crescita tumultuosa delle aree abitate parallelamente allo sviluppo industriale del nord Milano sommato alla incompiuta pianificazione urbanistica hanno decisamente stravolto l’aspetto e l’assetto viario delle zone a nord della città. Ecco alcuni fattori che riteniamo possano essere alla base del forte traffico ad Affori e Dergano:

  • strade strette e assenza di assi stradali attrezzati che permettano il deflusso e lo snellimento del traffico veicolare
  • elevata concentrazione di edifici residenziali e di popolazione
  • importanti attività commerciali e di distribuzione (spedizionieri e corrieri) che attirano traffico di mezzi pesanti
  • la presenza di importanti strutture ospedaliere come il Galeazzi e il Niguarda che attraggono pazienti e
  • la linea ferroviaria che crea una barriera tra Affori e la Bovisasca tagliando e isolando tutta l’area ovest
  • la superstrada per Meda che crea una barriera a est attraversabile solo in due punti: via Cormano e via Vincenzo da Seregno

Le cause oggettive del congestionamento

  • strade strette e per lo più a senso unico che convogliano tutti i flussi di traffico verso l’unico asse stradale Imbonati – Pellegrino Rossi – Astesani che da piazzale Maciachini attraversa da sud a nord i quartieri di Dergano, Affori e Comasina.
  • mancanza di un asse viario est – ovest per collegare più agevolmente i quartieri Niguarda e Bovisasca (tracciato della strada interquartiere SIN ex Gronda nord)
  • assenza di parcheggi: le auto in sosta ostruiscono e riducono la già ridotta dimensione delle strade.
  • massiccia presenza di camion, autoarticolati, furgoni e mezzi pesanti
  • Una sola immissione verso la superstrada SS35 per Meda è in via Brusuglio / via Cormano
Affori, incrocio Via Cormano con la superstrada Milano Meda e Via Sbarbaro (foto Vito Camillo De Florian‎)

Il sondaggio su facebook per chiedere ai residenti opinioni e soluzioni possibili per ridurre code e traffico ad Affori

Post fb Daniele Laquintana 2 Maggio 2018 come risolvere il traffico ad Affori

La semplice domanda che Daniele Laquintana rivolge ai residenti è di proporre suggerimenti per trovare una possibile soluzione per ridurre le lunghe e interminabili code lungo l’asse stradale Pellegrino Rossi – Astesani che tutti i giorni a quasi tutte le ore creano intasamenti, lunghe file di auto, camion che imprigionano anche gli autobus della linea 70, smog e strombazzamenti.

Tra le centinaia di risposte è intervenuto anche l’Assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano:

Marco Granelli Il mio assessorato ha alcune ipotesi allo studio in progettazione in parte finanziate con risorse proprie altre con oneri di urbanizzazione tra le quali canalizzazione e tempi dei semafori di via Astesani e rifacimento incrocio affori centro, marciapiede via Moneta con senso unico e aperture via Vochieri o Pozzuoli. Le proposte che avete fatto sono interessanti e sicuramente saranno prese in considerazione. Mandatele anche ufficialmente alla mia mail: assessore.granelli@comune.milano.it Grazie (5 Maggio 2018)

Marco Granelli, Assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano

Le possibili soluzioni suggerite dai residenti per ridurre le code lungo via Pellegrino Rossi e Astesani

Qui di seguito riportiamo solo alcune delle soluzioni suggerite dai residenti che hanno risposto al sondaggio. Tra le centinaia di post e commenti abbiamo cercato di raggruppare e sintetizzare le soluzioni più plausibili ed esaustive.

Cambio del senso di marcia in Via Chianciano per chi da Maciachini va verso Niguarda e la superstrada

Luigi Fox Io l’ho detto un sacco di volte: BASTA FA GIRARE IN VIA CHIANCIANO ALL’ALTEZZA DI ESSELUNGA TUTTI QUELLI CHE DEVONO ANDARE SUL VIALE FERMI senza farli arrivare fino al semaforo di via Zanoni. Trovando fila in via Brusuglio creano fila in via ZANOLI CHE ARRIVA FINO IN VIA MONETA…
Il semaforo in viale affori si può mettere la chiamata visto che è solo un semaforo pedonale… So che le persone di via Chianciano non saranno contenti x l’aumento del traffico

Marco Giovanni Fontana Anch’io avevo proposto di invertire la percorrenza di Via Chianciano che non è semplicemente spostare la coda perché una parte di traffico proseguirebbe sulla Via Astesani ed una parte scavalcherebbe il semaforo attraverso la Via Chianciano. Comunque sono uscite altre proposte tipo l’accesso a Via Fermi attraverso Via Pastro….

Doppia corsia in Astesani con svolta a sinistra per le auto che girano in Viale Affori e regolamentazione del semaforo

Fabio Mastellone Sono due situazioni diverse. Il semaforo Astesani Affori crea sicuramente code, motivo per cui una preferenziazione di flussi occorre. Si intende separare i flussi in Astesani con svolta preferenziata a sx per viale Affori e dritto per Vincenzo da Seregno. Via da Seregno a seguito dell’eliminazione del capolinea tram e rifacimento della strada doveva essere non più via di grosso traffico ma di traffico locale e adibita a spostamenti con bicicletta. Purtroppo viene ancora considerata come via di traffico medio e grosso.
In ogni caso, anche con due corsie i disagi ci sarebbero stati a valle in quanto via Astesani è stretta e via Novaro porta anche esse a strade ancora più anguste.

Felice Grassi Lungo Via Astesani angolo Viale Affori, le auto verso Comasina non possono spostarsi a destra perché ci sono sempre macchine in sosta vietata….è ora di fare la segnaletica per chi deve svoltare a sinistra e chi deve proseguire. e per evitare che dicano che non c’è spazio a sufficienza si restringe il marciapiede che è abbastanza largo per permetterlo

Creare altri sbocchi per le auto che vanno verso la superstrada Milano – Meda

Pasquale Gesmundo Non c’è alcun dubbio, bisognerebbe favorire l’apertura di tutte le strade chiuse e ridistribuire il traffico delle auto. Nel quartiere di Affori ci sono MOLTISSIME vie con belle abitazioni nelle quali i cittadini fanno regolarmente il sonnellino diurno e notturno senza alcun problema di traffico, mentre ci sono delle altre POCHISSIME vie con abitazioni (Fermi, Rossi, Astesani, Cialdini, Da Seregno) dove i cittadini vivono il delirio del traffico di auto e di persone che corrono.

Fabio Mastellone Via Pozzuoli e via Vochieri non sono nate come vie aperte che collegassero altre due vie. Piuttosto lo si sta valutando ora che ci siano in programma opere di edilizia (palazzi….. ). Ben venga un collegamento trasversale che scarichi traffico dalle vie strettissime ora presenti. 
Su Vincenzo da Seregno resto sempre dell’avviso che avendola a due corsie per senso, ancor più traffico si sarebbe riversato in Affori ma stavolta direzione centro. Quando sarà attuata la LEZ i camion si ridurranno dalla Milano Meda in ingresso ad Affori e la vie della discordia, se posso chiamarle così, saranno meglio utilizzate dal trasporto pubblico. (5 Maggio 2018)

Usare meno l’auto e utilizzare di più mezzi pubblici e bici

Carlo Luigi Marini spostare la coda è anche giusto, ma non farà che spostare il problema in eterno, senza mai essere veramente risolto. Ora per risolvere il problema, ripeto, non basterà cambiare la viabilità, perché dopo qualche giorno, il problema torna all’origine… Anche creazione di più strade, il cambio di viabilità, e cambio di semafori, che cmq sono d’accordo, ma so che cmq non risolvono il problema. Questo è un problema grosso di tutte le città italiane.

Leggi anche gli altri articoli sulla viabilità di Affori

Posted in Trasporti Urbanistica Viabilità

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.