Menu Chiudi

Un collegamento tramviario tra Niguarda, Affori e Bovisa

Milano tramvia linea 4

Una metrotramvia al posto della gronda

Il Progetto di una nuova linea tramviaria tra i quartieri nord di Milano per collegare il Pronto Soccorso di Niguarda con Affori M3 e la Bovisa

Metrotranvia nord ipotesi di tracciato Gobba - Bicocca - Ospedale Niguarda - AFFORI M3 - Bovisa - Certosa
Metrotranvia nord ipotesi di tracciato Gobba – Bicocca – Ospedale Niguarda – AFFORI M3 – Bovisa – Certosa

Riprendiamo un tema molto interessante e molto dibattuto che riguarda le criticità della viabilità afforese e le poche connessioni stradali esistenti tra i quartieri limitrofi di Niguarda, Bruzzano, Bovisa e la Bovisasca. Spesso al centro di discussioni e lamentele dei residenti sulle lunghe file di auto che da sempre intasano l’unico asse viario che da piazzale Maciachini sale verso la Comasina lungo le vie Imbonati, Pellegrino Rossi e Astesani bloccando e rallentando persino i bus del trasporto pubblico di superficie nel quartiere di Affori.

Affori, un quartiere ingabbiato tra ferrovie e superstrada

Mappa cartografica Affori Open Street Map
Mappa cartografica di Affori: il quartiere è ingabbiato a sud e a ovest dalle ferrovie, a est dalla superstrada (Open Street Map)

STRADE STRETTE A SENSO UNICO: Affori è un quartiere di antica formazione costituito da una griglia di strade strette e per lo più a senso unico anche nelle aree di più recente urbanizzazione.

POCHI SBOCCHI VERSO NIGUARDA E BOVISASCA: E’ risaputo che la causa principale che determina incolonnamenti sulla direttrice nord – sud (Pellegrino Rossi – Astesani) è la mancanza di connessioni o sbocchi stradali perpendicolari est – ovest. Ciò è dovuto all’ingabbiamento in cui si trova il quartiere di Affori: a est la presenza della superstrada per Meda che separa Affori da Niguarda e Bruzzano raggiungibili esclusivamente attraverso la via Brusuglio e Vincenzo da Seregno; a ovest invece il fascio dei binari della linea ferroviaria delle nord Bovisa – Bruzzano che crea un ostacolo superabile solo percorrendo a monte la via Litta Mordignani o il mal collegato cavalcavia Martin Luther King verso San Mamete.

Code e traffico intasano Affori

La viabilità ad Affori e nei quartieri confinanti della zona nove è un problema reale, certamente di non facile soluzione. E’ sempre esistito e nemmeno l’arrivo della metropolitana nel 2011 ha ridotto il flusso di veicoli che attraversano e percorrono le nostre strade. Le possibili soluzioni suggerite dai residenti

Code e traffico intasano Affori

Una metrotramvia al posto della vecchia gronda stradale

Due le ipotesi di un tram veloce per collegare Certosa Fs – Bovisa Fn – Ospedale Niguarda – Bicocca – Cascina Gobba M2

Con il definitivo stralcio della contestata Gronda nord, che forse da tempo avrebbe potuto facilitare la connessione stradale inter-quartiere da est a ovest nell’area nord di Milano, si presenta ora la necessità e l’occasione di realizzare almeno il collegamento tramviario (peraltro già previsto in uno studio di fattibilità di MM nel 2009) tra Certosa FS e Cascina Gobba M2. La metrotranvia nord è una delle linee di forza previste nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) Milano 2030 del Comune di Milano nell’estensione e potenziamento della rete dei trasporti pubblici di superficie per mettere in comunicazione poli fondamentali di grande rilevanza quali l’Ospedale Niguarda, l’Università Bicocca e il Politecnico in Bovisa.

File source: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Milano_tram_piazza_Ospedale_Maggiore.jpg

Due i possibili tracciati della Metrotramvia nord

Due sono le ipotesi del tracciato previsto nella progressiva attuazione del prolungamento a ovest dell’attuale Metrotramvia 7: la prima ipotesi detta “alta” prevede il transito della metrotramvia ad Affori Centro M3 per collegare direttamente il Pronto Soccorso di Niguarda; mentre la seconda ipotesi detta “bassa” prevede il transito da Maciachini M3 utilizzando parte dei binari esistenti lungo viale Fulvio Testi, viale Ca’ Granda, via Vallassina, Maciachini M3, via Lancetti, via Imbriani.

Metrotramviaria nord: ipotesi tracciato Bovisa – Affori – Niguarda

metrotranvia linea 7 estensione tracciato verso Gobba e Certosa FS
Metrotranvia linea 7 estensione del tracciato verso Cascina Gobba e ipotesi Niguarda – Affori – Bovisa – Certosa FS

La prima delle due soluzioni riprende in parte il vecchio progetto del 2011: prevede che la metrotramvia dalla stazione delle ferrovie nord di Bovisa Fn salga verso Affori percorrendo via Giovanni Durando, via Don Giovanni Grioli e Alberto Cavalletto per effettuare l’interscambio con la linea 3 della metropolitana gialla ad Affori Centro; proseguire oltre il Parco delle Fiabe lungo via Ettore Majorana e raggiungere così il Pronto Soccorso dell’ospedale di Niguarda. Da qui verso la Bicocca, Precotto M1, il quartiere Adriano e Cascina Gobba M2 (vedi i disegni a fondo pagina).

Metrotramvia nord: la variante Niguarda – Maciachini – Bovisa

metrotranvia 7 variante Maciachini
metrotranvia nord linea 7 la variante Niguarda – Maciachini – Bovisa

Progetto preliminare elaborato da MM sulla tratta Maciachini – Bovisa – Certosa

La metrotranvia “interperiferica”, nel settore nord-ovest della città, connette piazza Maciachini (M3) con la nuova stazione FS di Certosa, raggiungendo il polo universitario di Bovisa. La metrotranvia avrà 15 fermate: Maciachini, Jenner-Bernina, Jenner Resegone, Nigra, Imbriani, Bausan, Durando, Bovisa FNM, Bovisa Museo del Presente, Bovisa Gasometri, Bovisa Politecnico, Castellammare, Quarto Oggiaro Est, De Pisis, Quarto Oggiaro Ovest, Eritrea, Certosa, Certosa FS. la metrotranvia avrà un interscambio con la M3 a Maciachini. il PUMS prende in considerazione entrambi i percorsi (quello alto della lungo la defunta SIN e quello che passa per maciachini) e assegnando un per entrambi un rapporto costi benefici superiore a uno. Infattia fronte del maggior numero di passeggeri trasportati dall’alternativa più periferica questa secondo il PUMS costerebbe decisamente di più di quella per maciachini

metrotranvia Maciachini Bovisa Certosa progetto MM

TRAM 7 IL PROLUNGAMENTO VERSO CASCINA GOBBA

Lo scorso 18 dicembre 2018, il Comune di Milano ha approvato il progetto esecutivo per il prolungamento di 1,5 km della linea 7 dall’attuale capolinea di Precotto al Quartiere Adriano che entrerà in servizio nel 2021. La linea verrà ulteriormente estesa a est con un prolungamento fino alla stazione M2 di Cascina Gobba il cui progetto è in fase di analisi di fattibilità tecnico-economica.

Marco Granelli Assessore Mobilità 30 settembre 2017
Trasporto pubblico e mobilità a Milano 2018-2019
Dal 4 settembre la 70 è stata prolungata a Farini e la 82 a Zara. Ora stiamo lavorando a nuovi obiettivi per il 2018 e il 2019. Le priorità sono la 35 in Bovisasca e a M3 Affori FN, il potenziamento della 40 e portare al pronto soccorso di Niguarda una linea di quelle che già collegano i nostri quartieri. Vogliamo potenziare il trasporto pubblico nei nostri quartieri. In via Majorana passera’ in futuro la metrotranvia nord, un tram in sede propria che attraverserà’ tutta la città da Cascina Gobba M2 (H S. Raffaele), quartiere Adriano, M1 Pecotto, M5 Bicocca (università), H Niguarda, M3 Affori centro, Bovisa FS (Politecnico), Certosa FS (stiamo progettando e abbiamo già 20 milioni). In attesa di questa metrotranvia potremmo spostare una linea di autobus in via Majorana collegando cosi Affori Bruzzano Comasina e Niguada e Bicocca con il pronto soccorso di Niguarda. Non crediamo invece utile aggiungere una nuova linea (in Vincenzo da Seregno ne passano già 4) e nemmeno costruire nuove strade nel parco nord portando auto nel verde dei nostri quartieri. E poi faremo due metrotranvie verso la Brianza sostituendo Milano Limbiate e Milano Desio perché dobbiamo diminuire le auto che attraversano i nostri quartieri tutti i giorni (per queste abbiamo già recuperato il 90% dei soldi).

Gianluca Gennai su PartecipaMi: Questa nuova progettualità, dovrebbe rilanciare fortemente l’obiettivo strategico di connettere le Periferie direttamente, senza dover forzatamente passare dai nodi centrici della rete metropolitana, riprendendo così il concetto del decongestionamento e dei tempi di percorrenza, se si pensa di andare da un quartiere all’altro, con i mezzi pubblici. Tale assioma, vale anche per iniziare a ridurre fortemente, l’uso delle auto, oggi indispensabili per la maggior parte dei cittadini milanesi che non abitano in zone ben servite dai trasporti (la maggior parte delle Periferie). La Linea 7 ha una genesi risalente ai primi anni del nuovo millennio se si tralascia la famigerata Gronda Nord, cioè l’idea di connettere il nord ovest di Milano con il nord est, senza transitare dal centro. Oggi il completamento della tratta da Cascina Gobba a Certosa FS, non sembra decollare, nonostante sia uno dei progetti maggiormente inneggiati dagli Assessori Granelli ( Mobilità e Ambiente ), Maran ( Urbanistica ), Rabaiotti ( Lavori Pubblici e Casa ), tutti interessati in quanto trasversale e facente parte dell’ambizioso programma Milano 2030.

Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) del Comune di Milano

Mobilità sostenibile, Ridurre la dipendenza dal mezzo privato motorizzato, Ridurre le emissioni atmosferiche inquinanti, L’aumento della velocità commerciale dei mezzi pubblici è determinante sia per il miglioramento della qualità del servizio sia per le condizioni di sostenibilità economica, Visione strategica di lungo periodo e chiaro piano di implementazione, Sviluppo equilibrato e integrato di tutte le modalità di trasporto, Sviluppo delle varie modalità di trasporto, incoraggiando al contempo l’utilizzo di quelle più sostenibili…

Il vecchio progetto della tramvia e della gronda nord

Estratto dallo STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE, Relazione AQ-0715, Luglio 2011 a cura di Metropolitana Milanese. Ricerca svolta e redatta da Ermes Cordaro nell’Agosto 2015

“Questo nuovo percorso di trasporto pubblico su rotaia utilizzerà il parterre centrale della futura nuova strada di collegamento interquartiere est-ovest che da viale Fulvio Testi, attraversando Affori lungo le vie Cavalletto e Don Grioli, si snoderà fino in Piazza Bausan. La linea tranviaria si raccorda a Niguarda in Via Graziano Imperatore al tracciato della attuale linea 4 (metrotranvia nord), percorre l’ampio parterre centrale di via Ettore Majorana che costeggia il nuovo Pronto Soccorso dell’Ospedale di Niguarda”.

Tranvia Bovisa-Affori-Niguarda dettaglio attraversamento Parco delle Favole
Metrotramvia Bovisa – Affori – Niguarda dettaglio attraversamento Parco delle Favole
Tranvia Bovisa – Affori – Niguarda e strada interquartiere sezione via Cavalletto

“Superata la Enrico Fermi entra in Affori attraverso il Parco delle Favole e percorre via Cavalletto ove verrà realizzata la fermata di interscambio con la metropolitana M3 di Affori centro. Lo scambio modale con la M3 sarà realizzato attraverso un nuovo corridoio che condurrà a due corpi scale, posti in testata delle banchine di fermata della tranvia. Completano questa opera la costruzione di un nuovo corpo scale che, posto a Sud della nuova viabilità, consente, attraverso il suddetto corridoio, l’ingresso alla stazione della metropolitana Affori Centro. Le intersezioni con le Vie Scialoja e Martini non saranno semaforizzate e non saranno di tipo passante ma verranno limitate a confluenze/defluenze ed i collegamenti locali verranno ricostruiti  tramite percorsi indiretti”.

Tranvia Bovisa – Affori – Niguarda attraversamento via Pellegrino Rossi e interscambio M3 Affori centro
Tranvia Bovisa – Affori – Niguarda sezione via Don Grioli

“Superata l’intersezione semaforizzata con via Pellegrino Rossi, percorrendo via Don Grioli verrà realizzata una fermata all’intersezione con Via Cialdini. Da qui la linea tranviaria uscirà dallo spartitraffico della nuova infrastruttura stradale per portarsi a Sud di essa ed abbandonare così il tracciato della strada interquartiere che prosegue invece sul cavalcavia Martin Luter King in direzione Quarto Oggiaro. Attraversata Via Pedroni, l’infrastruttura di trasporto pubblico si diramerà a Sud, all’interno di un’ampia area di trasformazione urbana, sottopassando, mediante una nuova opera, la linea ferroviaria Milano – Torino; da qui attraverserà la Via Cosenz per giungere in Piazza Bausan percorrendo la Via Durando. Tale intervento si sviluppa per ampie tratte all’esterno dell’area di progettazione dell’infrastruttura stradale”.

Tranvia Bovisa – Affori – Niguarda dettaglio fermata via Pedroni

Cliccando sui link che seguono potete visualizzare le planimetrie che costituiscono il progetto sopra descritto.

Sicurezza dei pedoni: una proposta per il Bilancio Partecipativo 2017

Come migliorare la sicurezza dei pedoni sulle strade del quartiere di Affori: più luce sulle strisce pedonali Impianti di illuminazione led con segnaletica luminosa, sensori e telecamere per aumentare la sicurezza di chi attraversa le strade Alcuni residenti Afforesi hanno elaborato e presentato una proposta al Bilancio Partecipativo 2017 per migliorare e rendere più sicuri…

Leggi l'articolo…

Quando i tram sferragliavano ad Affori, storia della Milano – Limbiate Mombello

Il “Mombello” il trenino per Limbiate una lunga storia travagliata iniziata oltre 136 anni fa… Testo e ricerca documentazionale a cura di Ermes Cordaro Tramvia Milano-Limbiate Affori Via Vincenzo da Seregno (2010) foto Silvia Adorno Ricostruiamo attraverso splendide immagini d’epoca e foto reportage di appassionati del trasporto su ferro la lunga e gloriosa storia della tramvia Milano –…

Leggi l'articolo…

La Metro 3 gialla arriva a Dergano, Affori e Comasina

Sette anni fa veniva inaugurato il prolungamento della Metro 3 gialla da Maciachini a Comasina con quattro nuove fermate e una moderna stazione ferroviaria ad Affori Con gli ultimi 4 chilometri di galleria aperti nel 2011 con la metro 3 gialla si attraversa in sotterranea tutta Milano: da Comasina a San Donato, 17 chilometri, 21 stazioni da nord…

Leggi l'articolo…

Affori Via Moneta: nuove torri residenziali e più verde per il Parco di Villa Litta

Abbattuti i vecchi capannoni industriali. Nuove residenze, parcheggi, una passerella ciclo-pedonale tra Affori e Bovisasca e un ulteriore ampliamento del Parco di Villa Litta

Affori i nuovi edifici di via Moneta sovrastano i capannoni dei corrieri
Affori Via Moneta le nuove torri residenziali viste dai binari delle Ferrovie nord Febbraio 2019
previous arrow
next arrow
PlayPause
previous arrownext arrow
Shadow
Slider
Una importante trasformazione urbanistica sta cambiando il volto di Affori: negli ultimi dieci anni sono molte le aree ex industriali interessate da massicci interventi edilizi di riqualificazione e valorizzazione….

Leggi l'articolo…

Posted in Trasporti Urbanistica Viabilità

Altri articoli suggeriti su MilanoAffori.it

1 Comment

  1. Mario Forni

    E’ un’idea bellissima, facilmente realizzabile, sia tecnicamente che finanziariamente, ma … proprio per questo, chissà mai se diventerà realtà?!?! Purtroppo è più facile guadagnare voti e popolarità, riempendosi la bocca con metropolitane costosissime, la cui utilità/praticità, soprattutto sulle brevi distanze, è tutta da dimostrare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.